09/01/2006 Lega Volley Femminile

L'Alfieri Volley Santeramo brinda al nuovo anno con un successo, davanti ad una cornice di pubblico di 2200 spettatori.
Una vittoria che tutti (società e tifosi) si auspicavano, soprattutto dopo aver offerto nelle ultime due prove, contro Chieri e Pesaro, prestazioni convincenti.
A trainare la squadra al successo ci ha pensato una strepitosa Carmen Turlea (27 punti per lei ed un 49% in attacco), sorretta dalla grinta e la tenacia delle proprie compagne (ricezione positiva 80% e perfetta 63%) ed un servizio preciso e vincente (5 errori ma ben 7 ace contro i 12 errori e 1 ace dell'Arzano).
L'Alfieri Volley parte in un crescendo di emozioni.
Nel primo set l'Arzano oppone la sua resistenza fino al primo time out tecnico (8-7), poi le Leonesse Alfieri adottano le giuste contromisure per involarsi fino al 25-19 (muro di Buckova).
Nel secondo atto di gioco è ancora l'Alfieri Volley a dettare i ritmi e il vantaggio, seppur esiguo (8-7 16-14), pur avendo di fronte un Original Marines combattivo e mai domo.
Le Leonesse Alfieri, però, nel momento in cui bisogna chiudere i conti, commettono alcune ingenuità, tali da permettere all'Arzano, dapprima di raggiungere le padrone di casa e poi superarle (20-21). Sul 23-23 sono le campane a trovare la maggiore lucidità per andare sul 23-25 e 1-1.
Nella terza frazione sembra di assistere alla replica dei primi due set. Buckova (18 punti), Marulli (10 punti) e compagne, sorrette dal calore del pubblico di casa, ribattono gli attacchi di Annamaria Quaranta (16 punti) Elisa Cella (16 punti) ed Elisha Thomas (15 punti). L'Arzano è avanti sul primo time out tecnico (7-8), ma le Leonesse Alfieri, con le battute pungenti di Alica Szekelyova e i super attacchi di Turlea, cambiano marcia, portandosi sul 18-14. Cacciatori e compagne, però, non ci stanno a concedere tale vantaggio. Le fast di Thomas e gli attacchi di Cella da posto “4” riducono il divario sul tabellone elettronico (18-17). Il p! anico as sale il pubblico solo per alcune giocate, giusto il tempo di permettere alle bocche di fuoco del Santeramo, sorrette dalla buona vena di Tripiedi, di allungare fino al 24-20.
A questo punto del match mister Micelli decide di operare due cambi: al posto di Paola Capuano e Pia Larsen entrano in campo Kim Glass (che fa il suo esordio nel campionato italiano) e la giovanissima Imma Sirressi. Alica Szekelyova decide di dare palla di banda proprio a Kim Glass che trova, al suo primo attacco, il punto set con un mani fuori preciso e vincente. Non poteva esserci esordio migliore.
Nel quarto ed ultimo atto, avvincente e ricco di colpi di scena, l'Arzano spara le ultime cartucce, ma la voglia delle padrone di casa è tale, per iniziare nel migliore dei modi il nuovo anno. In tal modo, il team Alfieri, raddoppia la propria forza per involarsi sul 21-16. Santeramo si rilassa un tantino e le napoletane ne approfittano per portarsi ad una lunghezza. Ma è il Santeramo ad alzare le braccia al cielo sul 25-23 chiuso con tutta la passione di un ambiente che, finalmente, inizia ad intravedere un cammino diverso.
Adesso si pensa al match di Padova. Mister Micelli, per tale gara, potrà contare anche sull'esperienza della palleggiatrice svedese Malin Ericsson, ultimo arrivo in casa Alfieri.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto