14/09/2017 S.lle Ramonda IPAG Montecchio

La Serie A vedrà ancora il capitano della promozione tra le sue fila

 

Il primo tassello, per questa nuova avventura del Sorelle Ramonda-Ipag Montecchio in Serie A2, è il centro della storica promozione avvenuta pochi mesi fa, Fabiana Brutti, protagonista di una stagione in cui ha dimostrato continuità di prestazioni e forte leadership.

 

Avete concluso una stagione incredibile in cui avete speso tante energie mentali e fisiche. Le vacanze non sono mai state così desiderate? 

Devo dire che mai come quest’anno mi è dispiaciuto finire la stagione. Siamo state in testa fin dalla prima giornata del campionato e man mano che andavamo avanti abbiamo capito che l’obiettivo poteva essere differente da quello prefissato ad inizio stagione. È stato proprio in quel momento che abbiamo dovuto fare uno scatto mentale ed è stata molto dura, la pressione sulle nostre spalle cresceva al passare di ogni giornata. Non importava più l’avversario che si trovava di fronte, dovevamo solo dare il massimo e portare a casa il miglior risultato possibile.

 

Guardando le formazioni inscritte al prossimo campionato di Serie A2, siete l’unica confermata tra le neopromosse.

 Devo dire che la società fin da subito, insieme al Comune di Montecchio M., sta svolgendo un ottimo lavoro per adeguare il Palacollodi ad un campionato di prestigio. Si sa che il campionato di A2 è difficile in quanto, oltre all’aspetto economico ed organizzativo, servono strutture adeguate per lo svolgimento delle attività della squadra.

 

Quest’anno sarai ancor di più una guida per molte tue compagne, sia come capitano che per le esperienze passate in A2.

 Dal punto di vista personale sono molto contenta della riconferma, questo significa aver fatto bene anche se ci sono degli aspetti tecnici ancora da migliorare. Non so ancora se sarò nuovamente il capitano, deciderà l’allenatore, certamente sarebbe un grandissimo onore. Viste le mie esperienze in questa categoria con il Verona Volley e Montichiari potrò dare quel pizzico di esperienza che è necessaria quando si fa un salto di categoria. Di quella stagione conservo un ottimo ricordo anche perché a fine stagioni rientrai tra le 10 migliori centrali per punti realizzati.

 

Quindi vista la tua esperienza, che difficoltà ti aspetti di incontrare in questo nuovo campionato?

 Le difficoltà principali saranno sicuramente l’intensità degli allenamenti e le problematiche che possono dare le lunghe trasferte. Un altro aspetto da non sottovalutare saranno i palazzetti molto “caldi” dove il tifo sarà assordante e senza pausa. Inoltre, se lo scorso anno abbiamo conquistato il titolo anche grazie alla forza del gruppo, in Serie A conta molto l’aspetto tecnico delle singole giocatrici.

 

Quali sono i propositi per la nuova stagione sportiva?

 I propositi per la nuova stagione saranno quelli di raggiungere la salvezza il prima possibile, così da poter poi toglierci qualche soddisfazione in più. Essere una matricola del campionato non è semplice, ma la nostra storia recente dimostra che impegnandosi costantemente e crescendo nei propri mezzi, si può far bene anche contro squadre più esperte. Dal punto di vista personale vorrei ripercorrere le prestazioni della passata stagione dando un maggior contributo sotto tutti i fondamentali. Naturalmente spero che avere una squadra in Serie A faccia appassionare ancora più persone da poter creare un’arma più che ci possa spingere a fare ancora meglio.

 

 

LA SCHEDA

Brutti Fabiana

Ruolo Centro

Anno 1985

Altezza 182 cm

Secondo anno a Montecchio, è stato il capitano della promozione. Una lunga carriera alle spalle con due campionati di A2.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto