• it
05/03/2017 Liu Jo Nordmeccanica Modena

Delusione in casa bianconera per la sconfitta in finale di Coppa Italia, ma contro la formazione più forte in Italia è stata una gara ben più equilibrata di quanto non dica il 3-0 finale. Adesso qualche ora per staccare e poi due settimane per lavorare.

Risultato finale:

IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 3

LIU•JO NORDMECCANICA MODENA 0

Risultati parziali:
25-23
25-22
25-23

Primo arbitro: Ilaria Vagni di Perugia

Secondo arbitro: Luca Sobrero di Savona

CRONACA DELLA PARTITA

Primo set.
Sestetto delle ultime gare confermato per coach Gaspari: Ferretti al palleggio, capitan Brakocevic a completare la diagonale principali, Ozsoy e Bosetti le schiacciatrici di posto quattro, Heyrman e Belien al centro con Leonardi libero.
Per Mazzani Skorupa-Fawcett diagonale principale, Ortolani e Robinson in posto quattro, Folie e De Kruijf al centro, De Gennaro libero.
Una battuta sbagliata a testa in avvio di gara poi è più sciolta l’Imoco che va subito avanti con l’attacco e poi sfruttando le fast out e sul muro di Heyrman. 7-3 e subito time out per coach Gaspari. In palla per le trevigiane Fawcett che mette a terra ogni pallone, dall’altra parte prova a risponderle Ozsoy, ma sul rigore di Ortolani per il 12-6 Gaspari ferma ancora tutto per dare altre indicazioni alle sue, ma Conegliano è in palla e allunga ancora 15-8. Brakocevic trova il cambio palla, la coppia Ferretti ed Heyrman piazza il primo muro bianconero dell’incontro e Mazzanti ferma subito tutto, le bianconere si sono sciolte e piazzano attacco ed ace di Heyrman, poi entra Bianchini per Ferretti ed anche lei piazza l’ace. Pian piano il divario diminuisce fino all’attacco mani out di Ozsoy al termine di un’azione combattutissima: 21-20 e allora Mazzanti deve giocarsi il secondo stop, ma al rientro in campo muro a uno di Heyrman per il pareggio e sorpasso sulla pipe out di Fawcett. Ortolani pareggia, Heyrman attacca out in fast e proprio Ortolani al fotofinish regala il set a Conegliano sul 25-23.

Secondo set.
Sestetti d’inizio gara di nuovo in campo e Conegliano riprende subito l’inerzia sfruttando la carica del set vinto. Robinson e Fawcett protagoniste nel 6-2 che porta Gaspari subito al time out. Modena riprende il cambio palla e poi suona la carica quando Belien mette in fila due muri consecutivi. La rimonta si concretizza con i due errori di Conegliano, De Kruijf dai nove metri e Fawcett in attacco: 12-11 che diventa 12-12 con la fast di Heyrman. Mazzanti ferma subito a sua volta però la Liu•Jo Nordmeccanica trova anche il sorpasso con un’altra pipe out di Fawcett. C’è poi la possibilità del +2, ma le venete risolvono con il muro e tornano avanti 18-15 costringendo Gaspari al secondo time out discrezionale. E’ un vantaggio non troppo importante, ma sufficiente a garantire un piccolo margine di tranquillità. Modena ci prova in ogni modo, ma sono due o tre le situazioni che potrebbero riportare sotto le bianconere, da cui però l’Imoco esce sempre in qualche modo vincente. Chiude così De Kruijf 25-22 e porta la gara sul 2-0.

Terzo set.
Subito l’attacco out di Fawcett ed il muro di Bosetti per lo 0-2 a favore di Modena, ma Conegliano ritrova immediatamente il filo del discorso e torna a condurre come nei parziali precedenti. Sul 9-6 coach Gaspari chiama il suo primo time out discrezionale, ma Conegliano sale 12-8 con il muro su Bosetti. Gli ace di Brakocevic e della stessa schiacciatrice riportano Modena a contatto 13-12 poi Brakocevic pareggia a 15. Time out per Mazzanti, le bianconere sembrano aver trovato il giusto passo e volano sul 17-20, un +3 che di fatto non si era ancora mai visto durante la gara. Qui, però, c’è la reazione delle venete che confezionano un parziale di 5-0 e tornano avanti di quel break che ancora una volta, alla fine, farà la differenza. Ozsoy ci prova due volte senza trovare il campo, la seconda è il pallone che chiude i conti e porta Conegliano ad iniziare i festeggiamenti.

La capitana Jovana Brakocevic Canzian: “Secondo me loro non sono più forti di noi, ci è mancato quel poco di lucidità per fare un po’ meno errori, soprattutto ad inizio dei set, ma pazienza. Io credo che questa squadra oggi abbia dato tutto quello che aveva, abbia provato a vincere la Coppa, ma è andata così. Dobbiamo essere contenti perché abbiamo giocato una finale contro una squadra fortissima, impariamo da questo e andiamo avanti. Adesso abbiamo a disposizione due settimane per lavorare meglio, finalmente. Possiamo lavorare su di noi e provare un po’ di cose. Mi auguro che dall’inizio della settimana in palestra in poi le cose possano ancora migliorare di più”.

Il coach Marco Gaspari: “E’ stata una partita strana perché nonostante siamo partiti male nel primo set, tanti punti sotto, abbiamo avuto la palla per il 23-22, per portarci ulteriormente avanti. Nel terzo set è successo uguale, penso che oggi dobbiamo essere orgogliosi di una squadra che fino a due mesi fa lottava per entrarci nella griglia di Coppa Italia. C’è rammarico perché di fatto abbiamo perso per quattro punti complessivi, merito di Conegliano che ha difeso tanto ed è stata più cinica nei momenti decisivi. Siamo in crescita e si vede, nonostante stiamo giocando tanto. Ripeto, mi dispiace tanto per la città e le ragazze perché avremmo meritato un risultato diverso. La delusione è giusto che ci sia, dalla sofferenza bisogna diventare più forti. Abbiamo perso contro la squadra più forte d’Italia, una squadra che ha cambiato tre assetti in un anno per trovare la continuità che ora sta avendo. La delusione è da tenere come motivo di lavoro e spinta, per ricordarci che quei quattro palloni quando si hanno a disposizione bisogna metterli a terra altrimenti queste squadre te la fanno pagare se non sei deciso”.

PROSSIMO APPUNTAMENTO: sabato 11 marzo, alle ore 20:30, presso il PalaPanini di Modena, ventesima giornata di Samsung Gear Volley Cup Serie A1 fra Liu•Jo Nordmeccanica Modena e Il Bisonte Firenze.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto