15/02/2016 Lardini Filottrano

Lardini_15022016301 panchine in serie A, 31 punti in classifica. In mezzo c’è uno “zero” che conta e che racconta di oltre un decennio di vita, ma erano e restano due obiettivi importanti da festeggiare per Andrea Pistola. Perché nel giorno in cui il presidente Renzo Gobbi ha celebrato con una targa-ricordo il traguardo delle 300 presenze toccato non più tardi di una settimana fa dal tecnico anconetano, la Lardini ha infilato contro Cisterna la quarta vittoria in altrettante partite del girone di ritorno, issandosi al quarto posto in compagnia di Olbia, appunto a quota 31. “Quello delle trecento partite è un traguardo gratificante – ha sottolineato Andrea Pistola – ti fa ricordare da quanti anni fai l’allenatore. Il fatto di averlo conseguito in un momento in cui la squadra sta giocando una buona pallavolo è una gioia doppia”. Poteva essere una gara-trabocchetto quella con l’Omia, Filottrano ha fatto sì che non lo diventasse. “Abbiamo avuto un solo passaggio a vuoto nel primo set, ma siamo stati bravi a mantenere sempre alto il nostro livello di gioco. Tutto fa morale, anche vincere per una volta una partita senza soffrire. Il nostro obiettivo resta quello di cercare di raccogliere più punti possibili e provare a conquistare un posto nei playoff”. Nel guardare avanti, la Lardini trova la sagoma di Forlì, prossimo ostacolo sulla sua strada. “Veniamo da un momento positivo e andiamo senza nulla da perdere. Sarà un’occasione per capire quanto siamo distanti da una squadra come Forlì”. Fiducia e serenità anche nelle parole di Francesca Villani. “Non era scontato vincere così nettamente – ha ammesso la schiacciatrice pratese – perché Cisterna è una buona squadra, più di quanto abbia detto la partita in sé. Abbiamo avuto il giusto atteggiamento e giocato con l’intensità necessaria. Vincere aiuta a vincere, così come affrontare ogni partita con il sorriso e con la forza del gruppo. Personalmente sto bene, dopo l’infortunio ho ritrovato serenità, l’ambiente mi ha aiutato tanto. Forlì? E’ una grandissima squadra e lo ha dimostrato anche al PalaBaldinelli nella partita di andata. Sta a noi riscattarci e non c’è momento migliore per farlo”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto