11/02/2016 Igor Gorgonzola Novara

Si apre con una sconfitta l’avventura in Cev Cup della Igor Volley di Marco Fenoglio, sconfitta a Baku dall’Azeryol per 3-1 e costretta, ora, a ribaltare il risultato nella gara di ritorno del prossimo 23 febbraio al Pala Igor per accedere alle semifinali della competizione. Ancora prive di Bonifacio e Chirichella, le azzurre scendono in campo con Fawcett opposta a Signorile, Guiggi e Mabilo (all’esordio da titolare in prima squadra) al centro, Malesevic e Cruz in banda e Sansonna libero. Padrone di casa con Kanthong opposta ad Apitz, Parkhomenko e Dobi al centro, Zhidkova e Stepaniuk in banda e Kasprzak libero.

Malesevic e Fawcett partono con il piede giusto (4-4), poi Stepanyuk propizia l’8-6 dell’Azeryol al timeout tecnico e al ritorno in campo l’errore di Fawcett vale il break per le azere che si portano 11-8. Sul 12-10 un problema fisico “stoppa” Mabilo (che poi rientrerà in partita nei set successivi), un muro su Guiggi vale il 15-11 e nonostante il timeout di Fenoglio le padrone di casa scappano 16-11 al secondo stop obbligatorio. L’ace di Guiggi è l’ultimo “squillo” azzurro sul 20-17, prima che Baku chiuda 25-18 il set.

Novara riparte con Fabris al posto di Fawcett ma Kanthong e Zhidkova scavano subito il solco sul 7-3, mantenendo le distanze fino all’11-7 siglato in fast da Parkhomenko. Fenoglio rivoluziona la squadra inserendo Bosio, Fawcett e Bosetti, Guiggi a rete accorcia 15-13, poi l’errore del capitano azzurro rilancia Baku sul 21-17. Novara non esce dalla rotazione e Baku, trascinata da Stepanyuk, chiude 25-17 di slancio.

Sono ancora le azere a fare l’andatura in avvio di secondo set con Apitz protagonista (8-6), Fawcett accorcia prima del break di Kanthong (12-7) che costringe Fenoglio al timeout. Bosetti rientra 14-11, ancora Kanthong fa 20-15 e Signorile le risponde con l’ace del 20-17 che da il “la” al break azzurro con Malesevic e Bosetti che impattano 21-21. Nel finale, tre punti in successione di Fabris chiudono il set 23-25.

Il set vinto non rilancia, però, le azzurre: Baku riparte forte con l’errore di Fawcett e il primo tempo di Parkhomenko (5-2) e al primo timeout tecnico il diagonale di Stepanyuk vale l’8-5. Zhidkova fa il vuoto, Novara rientra con Bosetti (12-10, maniout) ma poi cede di schianto sul break di Kanthong (19-12) con l’Azeryol che conclude il match senza ulteriori scossoni 25-19.

Per ribaltare il punteggio e centrare la qualificazione alla semifinale, le azzurre dovrebbero ora vincere 3-0 o 3-1 la gara di ritorno (in programma martedì 23 febbraio alle 20.30 al Pala Igor) e poi anche l’eventuale golden set ai 15 punti.

 

Azeryol Baku – Igor Volley 3-1 (25-19, 25-17, 23-25, 25-17)

Baku: Apitz 3, Niemer, Kanthong 15, Richey ne, Parkhomenko 6, Stepaniuk 16, Kasprzak (L), Zhidkova 19, Habibova, Dobi 11, Karimova, Aliyeva. All. Chervyakov.

Igor Volley: Fawcett 7, Bruno (L) ne, Wawrzyniak, Malesevic 13, Guiggi 12, Cruz 5, Sansonna (L), Signorile 4, Bosetti 5, Mabilo, Bosio, Fabris 12. All. Fenoglio.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto