• it
25/10/2014 Lega Volley Femminile

Non bastano alla Unendo Yamamay i 35 punti di una straordinaria Valentina Diouf per avere la meglio sulla Nordmeccanica Rebecchi Piacenza nella finale di Supercoppa Italiana 2014. Finisce 3-2 per le emiliane, che reggono meglio alla distanza e recuperano due volte lo svantaggio nei set.

Le farfalle, incitate da ben 1500 tifosi giunti da Busto Arsizio, avevano infatti iniziato il match nel migliore dei modi, infliggendo un pesante 25-15 alle avversarie nel primo parziale. Il secondo set è stata l’esatta copia, al contrario però, del primo: la Nordmeccanica ha trovato fluidità di gioco e sospinta dagli attacchi di Van Hecke (17 punti totali) e Di Iulio (24) ha rimesso in pari lo score. Dal terzo set si è giocato in equilibrio: con i 14 punti nel parziale di Diouf la UYBA è riuscita a riportarsi avanti, ma dal quarto set, complice l’uscita dal campo di Havelkova, dolorante alla coscia sinistra, Leggeri e compagne hanno preso il sopravvento. Salita in cattedra anche la centrale domenicana Vargas (15 punti a tabellino, con 5 muri), le farfalle non hanno più trovato le forze per contrastare le avversarie.

Nelle fila biancorossa, oltre alla già citata ottima prova di Diouf (52% offensivo per lei), da sottolineare il match di sostanza della centrale russa Lyubushkina, seconda uscita di serata per Wolosz (17 punti col 73% per lei) e le grandi difese di Giulia Leonardi in seconda linea: queste le note più liete della serata per coach Carlo Parisi.

Sala stampa:

Francesca Marcon: “Ci dispiace molto per come è andata questa partita, ci tenevamo molto ma non è andata come speravamo. Eravamo molto cariche dopo la gara con Bergamo, ma stasera non abbiamo sfruttato e messo in campo quanto avevamo preparato. Complimenti a Piacenza che nonostante il primo set giocato male è rimasta nel match e ha giocato molto bene con muro-difesa e contrattacco. L’uscita di Helena Havelkova ci ha complicato molto le cose: una giocatrice come lei in campo si sente parecchio. Spero recuperi in fretta”.

La gara in pillole: Carlo Parisi parte come a Montichiari schierando Wolosz – Diouf, Lyubushkina – Pisani, Havelkova – Marcon, Leonardi libero. Chiappini risponde con Dirickx – Van Hecke, Leggeri – Vargas, Di Iulio – Sorokaite, Carocci libero.

Primo set: Havelkova (2 su 2 da posto 4) e Lyubushkina (muro e fast) partono bene (4-2), Diouf affonda il 5-2. Sui servizi di Havelkova Marcon allunga a muro (7-2) e Chiappini ferma il gioco. Lyubuskina colpisce ancora con fast e servizio (9-4), Marcon piazza il super lungolinea del 10-4, mentre Van Hecke con il muro prova a riportare sotto Piacenza (10-6). Diouf, sfruttando anche l’ottima difesa di Leonardi, mette a segno la doppietta del 12-6, Wolosz (due aces) fa volare le farfalle (14-6); Chiappini prova a rinforzare la seconda linea con Valeriano, ma Diouf continua a passare (16-7) e murare (19-9) lanciano definitivamente la UYBA al primo 25-15 (chiude Marcon, da segnalare una spettacolare Leonardi in fase difensiva). Stat: Diouf 7 punti nel set (64%), Lyubushkina 3 (50%), rice positiva 100%. Di Iulio 6 punti nel set.

Secondo set: Piacenza parte ora forte (1-4), ma Diouf a muro riporta subito sotto le farfalle (3-4); Di Iulio è carica e porta la Nordmeccanica sul 4-7, mentre Lyubushkina passa sempre con la fast (6-8). Leggeri (due volte) porta le sue al tecnico del 7-12, Di Iulio d’astuzia conferma il 5 piacentino (9-14), mentre nella metà campo biancorossa è sempre Diouf a colpire (11-15); Sorokaite riesce ad allungare (11-17) e Parisi ferma il gioco (dentro Michel per Pisani); Leggeri a muro firma il 12-19 e ormai il set è in discesa per Piacenza. Finisce 25-16 con l’ultimo punto di Chiara Di Iulio. Stat: Di Iulio e Leggeri 5 punti a testa nel set, Diouf 7, Lyubushkina 4.

Terzo set: Parisi conferma in campo Michel, ma l’avvio è ancora favorevole a Piacenza (0-3). Michel a muro trova il primo punto (1-3), Lyubushkina si conferma in serata positiva con il 2-4; Di Iulio e Sorokaite lavorano bene, ma Diouf firma l’ace del 3-4 e tutti i punti in attacco fino al 10-8; Havelkova scalda il braccio (11-9), Lyubushkina porta lo score sul 12-10. La russa mette a terra anche il 14-12, ma la solita Di Iulio non vuole mollare (14-13) e Vargas a muro ritrova il pari (14-14); Piacenza pasticcia e regala un piccolo break alle farfalle (17-15 time-out Chiappini); Havelkova trova il 3 (18-15), confermata dalla solita Diouf (19-16), ma Brussa (dentro su Van Hacke) attacca e mura fino al 19-18 che fa interrompere il gioco a Parisi. Lyubushkina trova il cambiopalla (21-19), Leonardi fa un miracolo in difesa e Diouf conferma il 2 (22-20), ma due errori biancorossi riportano in pari lo score (22-22 ancora timeout UYBA); Diouf chiude uno scalbio lunghissimo (23-22), realizza il 24-23, Sorokaite annulla (24-24). Havelkova si procura il 25-24, un pò fortunosamente Piacenza pareggia di nuovo (25-25), Diouf fa 26-25 e con la pipe chiude 27-25. Stat: Diouf 14 punti nel set, Lyubushkina 4, Vargas 5.

Quarto set: si gioca ancora in equilibrio (8-7 bene Michel attacco muro), ma Van Hecke trova due spunti vincenti che fanno 8-10 (time-out Parisi); al rientro in campo Van Hecke colpisce ancora e la UYBA prova Degradi per Havelkova ancora sofferente alla coscia sinistra (9-12); Diouf non sembra essera ancora stanca (10-12), così come Lyubushkina (ancora due punti fino al 12-14 per lei), ma dall’altra parte Vargas lavora bene a muro e porta Piacenza a 4 (12-16). Diouf recupera qualcosa (14-16), ma Sorokaite mura il 14-18 e Vargas sigla l’ace del 14-19 (tempo UYBA); Sorokaite fa 14-20, Parisi prova Camera per Wolosz, ma la Nordmeccanica è lanciata e conquista velocemente il tie-break (19-25 Di Iulio). Stat: Lyubuskina 5 punti nel set, Van Hecke 6.

Tie-break: Parisi riparte con Degradi in 4 per Havelkova, dolorante in panchina: l’avvio è favorevole a Piacenza (2-5 Sorokaite e Di Iulio ok), poi Diouf trova il cambiopalla e Lyubushkina fa 4-5; Diouf tiene in scia la UYBA (5-6), ma Vargas a muro fa girare il campo sul 5-8. La domenicana mura ancora (5-9), Di Iulio allunga (5-11, dentro Camera per Wolosz), Degradi prova a dare la scossa (6-11), ma la Nordmeccanica è lanciatissima e chiude il match con Sorokaite (11-15).

Il tabellino

Unendo Yamamay Busto Arsizio – Nodmeccanica Rebecchi Piacenza 2-3 (25-15, 16-25, 27-25, 19-25, 11-15)

Unendo Yamamay Busto Arsizio: Degradi 3, Rania ne, Michel 7, Leonardi (L), Marcon 7, Perry ne, Camera, Diouf 35, Wolosz 2, Havelkova 5, Pisani 2, Lyubushkina 17. All. Carlo Parisi. Secondo all. Marco Musso. Battute errate: 8, vincenti: 3. Muri: 5 (Michel 2).

Nordmeccanica Rebecchi Piacenza: Sorokaite 12, Valeriano 2, Dirickx 4, Leggeri 8, Vargas 15, Van Hecke 17, Carocci (L), Brussa 2, Di Iulio 24, Poggi (L), Borgogno ne, Angeloni, Caracuta. All. Chiappini. Secondo allenatore: Stefano Saja. Battute errate: 6, vincenti: 2. Muri: 13 (Vargas 5).

Spettatori: 2843 (almeno 1500 da Busto Arsizio)

pdf print

Altre news:

Livescore
Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto