16/11/2010 Lega Volley Femminile

La Lega Pallavolo Serie A Femminile domenica 21 novembre scenderà in campo al fianco dell’Associazione Italiana familiari e vittime della strada nella Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada.
In occasione del Memorial Celestino Poma (inserito nel circuito della Round Robin League) e della 6^ giornata della Findomestic Volley Cup A2 sarà infatti osservato un minuto di raccoglimento prima del fischio d’inizio delle partite e diffuso un messaggio fonico sulla Giornata Mondiale del Ricordo Vittime della Strada. Le squadre per l’occasione scenderanno in campo indossando una maglietta dell’AIFVS con lo slogan “Precedenza alla vita”, accompagnate da uno striscione a tema sulla giornata.

Il Presidente nazionale AIFVS Giuseppa Cassaniti lancia un messaggio: “Perché questa strage finisca o si riduca fortemente è necessario accendere su di essa i riflettori, farla uscire dalla sottovalutazione destando l’attenzione dell’opinione pubblica. Tenuto conto che gli incontri sportivi costituiscono un momento di aggregazione e di coinvolgimento, in particolare dei giovani, ciascuno deve fare la propria parte per fermare la strage stradale per offrire a tutti i giocatori ed al pubblico i dati su cui riflettere, per sostenere la necessità di una guida responsabile. Un gesto che sarà per tutti un forte segnale a favore del diritto di vivere e per dare alla comunicazione la carica di una forte identità”.

Sulla delicata questione il Presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile On. Mauro Fabris precisa: “La strage continua sulle strade italiane obbliga tutti a dare il proprio contributo per far crescere la cultura della sicurezza stadale. Gli incidenti stradali costituiscono la prima causa di morte fra i giovani, ma la pubblica opinione non avverte a sufficienza la gravità del fenomeno che colpisce particolarmente l’Italia. Per questo le nostre squadre aderiscono convintamente alla Giornata Mondiale del Ricordo delle Vittime della Strada perchè finalmente nel nostro paese si comprenda che non è possibile continuare a pagare un così alto prezzo di vite umane per circolare sulle strade”.

L’Associazione Italiana Familiari e Vittime della Strada, diffusa con 118 sedi su tutto il territorio nazionale (altre notizie vedi sito www.vittimestrada.org), organizza inoltre per la ricorrenza iniziative finalizzate a sensibilizzare l’opinione pubblica per fermare la strage stradale, che registra sulle strade italiane un bilancio inaccettabile e sottovalutato: ogni giorno 13 persone uccise, 849 ferite, di cui più di 25 al giorno riportano invalidità gravi e permanenti.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto