• it
05/04/2010 Lega Volley Femminile

Una Foppapedretti perfetta, decisa, aggressiva, entusiasmante ha conquistato il settimo sigillo europeo della storia del Volley Bergamo, il secondo consecutivo dopo il successo dello scorso anno a Perugia.
Quest’anno lo scenario è stato quello della Costa Azzurra: sul palcoscenico di Cannes, le turche del FenerbahceAcibadem Istanbul si sono inchinate alle stelle della Foppapedretti, tutte protagoniste, tutte decisive. Spietate nei momenti fondamentali. E la vittoria è stata ancor più bella perché sofferta. Perché, come ogni cosa preziosa da conquistare, ha richiesto un grande cuore e un grande coraggio per essere raggiunta.
Rispettato il sestetto di partenza della semifinale con Novara, la Foppapedretti è partita decisa, con Arrighetti e Del Core a rispondere a Osmokrovic e a portare a Bergamo il primo set. E l’onda rossoblù è continuata nel secondo parziale, con la sola Osmokrovic a tenere vivo il fronte turco e la Foppapedretti invece con tutti i terminali di attacco pronti a mietere punti, da Ortolani a Piccinini.
Il terzo set è stata una storia a sé: le turche hanno tirato fuori l’orgoglio e hanno approfittato di ogni palla per strappare il parziale alle bergamasche.
Il momento di appannamento è proseguito nel quarto set, fino al 7-1 per il Fenerbahce, poi l’ingresso di Bosetti e Fanzini per far rifiatare Del Core e Ortolani e una fiammata di Piccinini sembravano aver rimesso in carreggiata la Foppapedretti. Ed è stata battaglia: Istanbul a cercare di portare il match al tie break, Bergamo decisa a chiudere i giochi e a tentare di invertire la rotta con il cambio in regia Lo Bianco-Serena. Gamova ha però iniziato a macinare punti e le rossoblù hanno dovuto arrendersi sul 25-20.
Ma nel quinto set tutte le forze rossoblù si sono scatenate: i muri di Furst e Arrighetti, gli attacchi di Del Core, Piccinini e Ortolani, la sapiente regia di Lo Bianco e i recuperi di Merlo hanno tolto tutte le energie al Fenerbahce che si è inchinato sul 15-9.
E’ stata ancora una volta la vittoria del made in Italy: con la sola tedesca Furst in campo, la Foppapedretti ha fatto delle atlete italiane la sua forza e dei suoi splendidi tifosi una marcia in più. Le bandiere rossoblù hanno sventolato altissime al Palais des Victoires e incessante è stato l’urlo degli oltre quattrocento bergamaschi accorsi a Cannes per vedere la Foppapedretti salire ancora una volta sul trono d’Europa.

FENERBAHCE ACIBADEM ISTANBUL-FOPPAPEDRETTI BERGAMO 2-3 (22-25 2 1-25 25-22 25-20 9-15)
FenerbahceAcibadem Istanbul: Soroglu n.e., Yeldan (L), Dikmen, Dirickx 8, Blom 1, Tokatlioglu 12, Gamova 17, Rasna 9, Osmokrovic 32, Erdem 6, Aydemir, Tanil n.e. All. De Brandt
Foppapedretti Bergamo: Ortolani 20, Fanzini 2, Serena 2, Carrara (L) n.e., Furst 11, Merlo (L), Bosetti 2, Piccinini 22, Arrighetti 8, Lo Bianco 2, Del Core 17, Zambelli n.e. All. Micelli
Arbitri: Zorica Bjelic (SRB) e Béla Hobor (HUN)
Durata set: 25’, 31’, 27’, 28’, 18’
Battute Vincenti: Istanbul 6; Bergamo 5
Battute Sbagliate: Istanbul 10; Bergamo 5
Muri: Istanbul 13; Bergamo 16
Spettatori: 4.000

Premi Individuali
Miglior Giocatrice: Piccinini (Bergamo)
Miglior Schiacciatrice: Centoni (Cannes)
Miglior Centrale: Ravva (Cannes)
Miglior Alzatrice: Lo Bianco (Bergamo)
Miglior Libero: Merlo (Bergamo)
Miglior Ricezione: Del Core (Bergamo)
Miglior Realizzatrice: Osmokrovic (Istanbul)
Miglior Servizio: Gamova (Istanbul)

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto