17/03/2009 Lega Volley Femminile

Despar Perugia – Cgf Recycle Florens Castellana Grotte 3-2
Undicesima giornata di Ritorno di Campionato (con la decima ancora da disputare)
MVP: Kim Willoughby

La Despar ritrova la vittoria dopo 3 giornate di digiuno, e ritrova la grinta necessaria ad aggiudicarsi un tie-break. Questa volta le ragazze di Caprara sono partite forte sin dal primo set, e quando le alterne vicende le hanno costrette al quinto, si sono strette l’una all’altra per regalare al pubblico di casa la soddisfazione più grande, e festeggiare così anche il compleanno di Pincerato e Crisanti, che compivano proprio oggi rispettivamente 22 e 23 anni.
Partita dai parziali perentori, come il 25-18 del primo set, invertito nel secondo, o come il fulminante 25-13 con cui la Sirio conclude il terzo, indice di una gara in cui si sono alternati momenti in cui si è spadroneggiato in campo, ad altri in cui si è rimasti in balia dell’avversario; ma era comunque prevedibile che Arcangeli e compagne potessero un po’ soffrire questo anticipo dell’undicesima giornata di ritorno di Campionato: non accade spesso di dover disputare due incontri a distanza di 24 ore, con in più una trasferta in una città lontana come Bergamo. E grande è stato infatti il turn-over messo in campo da Caprara, che si affida alla regia di Staelens e mette il reparto difensivo nelle mani di Van Tienen, oltre a rinunciare a Yang per affiancare ad Angeloni la rediviva Willoughby, che commenta così al termine della partita il ritorno nello starting six da protagonista con 22 punti: “Mi sono sentita veramente bene stasera, e penso che siamo riuscite tutte a giocare meglio come squadra. Sono tornata aggressiva come prima ed è stato Il mio team che mi ha aiutato a recuperare mentalità e morale”. Ed ecco il bilancio di coach Caprara: “Sono molto contento dell’atteggiamento mostrato dalle ragazze. Stasera hanno difeso tantissimo e sono scese in campo nel quinto set con grande orgoglio e detereminazione. Questa è la strada giusta per riuscire a conquistare la continuità che ci serve assolutamente in vista dei prossimi importantissimi impegni”.

Per parlare di classifica bisognerà aspettare domenica prossima, quando è atteso al Pala Evangelisti, per la decima giornata, il Busto Arsizio, che ora si trova al quinto posto, e precede la Despar di due punti, ma avendo una partita in meno all’attivo. Sarà importante approfittare della possibilità di strappare 3 punti preziosi nello scontro diretto, e mentre Perugia sarà impegnata domenica 29 marzo nella Final Four, il completamento dell’undicesimo turno nei restanti campi d’Italia, farà capire se la Regular Season si concluderà con la corsa per agguantare la Yamamay o con quella per non farsi soffiare il sesto piazzamento da Conegliano.

Tabellino:
DESPAR PERUGIA – CGF RECYCLE FLORENS CASTELLANA GROTTE 3-2 (25-18,18-25,25-13, 22-25, 15-10)
DESPAR PERUGIA: Staelens 1, Togut 22, Crisanti 11, Dushkyevich 20, Angeloni 13, Willoughby 22, Van Tienen (L) 0, Pincerato 0, Yang 2, NE: Casillo, Decordi, Medaglioni. All. Caprara.
CASTELLANA GROTTE: Dalia 4, Quaranta 16, Petkova 7, Scott-Arruda 16, Elisangela 5, Soninha 22, Sansonna (L) 0 , Moncada 0, Roani 0. NE: De Haes, Karalyus, Tribuzio. All. Radogna.
ARBITRI: Valeriani e Padoan.

NOTE – durata set: 19′, 24′, 21′, 28′, 15′; tot: 1h 47′.

I PUNTI:
DESPAR PERUGIA: battute sbagliate: 8; battute vincenti: 2; muri vincenti: 17; ricezione perfetta: 43%; ricezione positiva: 81%; errori: 21.
CASTELLANA GROTTE : battute sbagliate: 4; battute vincenti: 1; muri vincenti: 15; ricezione perfetta: 33%; ricezione positiva: 71%; errori: 15.

I set in dettaglio:
I:
Sestetto di base rivoluzionato per la Sirio, con Staelens in regia, Angeloni e Willoughby stavolta insieme in campo sin dal primo minuto, e Van Tienen libero. Il primo punto è proprio di Veronica Angeloni. Si procede appaiati fino a quando i colpi esplosivi della Togut, e il muro della Dushkyevich rompono l’equilibrio con il primo time out tecnico sull’8-5. Le perugine riescono a gestire il vantaggio con molto sicurezza: velocissima fast della Dushkyevich, e poi muro dell’altra centrale per l’ulteriore break: 13-9. Prima intenzione vincente per Staelens e Radogna si decide al suo primo tempo sul 15-10, ma la strettissima diagonale della Willoughby manda tutti in panchina per il secondo time out tecnico: 16:11. Buon momento nelle fila pugliesi, e quando il distacco è stato ridotto a due lunghezze, sul 17-15 è la volta di Caprara di chiamare le sue ragazze a raccolta. Al rientro grande risposta della Dushkyevich, che riconquista alle compagne terreno con fast e muri, e sul 20-15 il tecnico di Castellana esaurisce i propri tempi discrezionali. Ma non serve a nulla: le ospiti rimangono ferme a 15 mentre la Despar vola a 23. Ed è un lungolinea fulminante di Angeloni a procurare 7 set ball, con Willoughby a chiudere di potenza sul 25-18 in 19 minuti.

II:
Il set inizia con uno scambio lunghissimo, e i nervi cedono alla Florens che spedisce fuori. Poi un ace della Willoughby e un attacco di Angeloni che non perdona per il 3-0. Ma un passaggio a vuoto nelle fila perugine e Castellana riaggancia. E’ la Togut a rompere la magia di pallonetto: 4-3. Ed è ancora il capitano ad alzare a Willoughby la palla del 6-5. Il set prosegue all’insegna dell’equilibrio ed il primo time out tecnico è sull’8-7. Al rientro Perugia sembra poter prendere le distanze grazie a Willoughby e ad Angeloni, ma Soninha segna il riaggancio ripetutamente. E finalmente Willoughby procura un break per il 15-13 ed il secondo time out tecnico è sul 16-14. Ma al rientro le pugliesi si rifanno sotto e sul 16 pari cambio in cabina di regia per la Despar con Pincerato per Staelens. Nuovo punto per le ospiti e Caprara si decide a chiamare il suo tempo. Al diciottesimo punto delle ragazze di Radogna rientra Staelens, ma ecco il 16-19 e l’ultimo tempo a disposizione del tecnico perugino. Sul 18-21 non resta che rinforzare la difesa con Arcangeli per Willoughby. Ma serve a poco, ed il set si avvia rapidamente alla conclusione con la Florens a cui sembra riuscire tutto: 18-25 in 24 minuti, punteggio invertito rispetto al set precedente.

III:
Le ragazze di Caprara sembrano aver assorbito bene il colpo del set precedente e si portano rapidamente sul 7-2. Ma ecco che qualcosa si rompe di nuovo, e sospinte da Scott-Arruda le puglesi si rifanno sotto, con il primo time out tecnico sull’8-5. Gran botta di Angeloni da seconda linea e siamo 10-6. Crisanti mura per il 12-7 e il distacco raggiunge le 8 lunghezze con la pipe di Willoughby che dà luogo al secondo time out tecnico: 16-8. Quando le perugine riescono a guadagnare un altro break, sul 19-12, Radogna chiama il suo time out. E’ di Willoughby il 22esimo punto e sul 24-12 è solo questione di tempo: il sigillo è di Togut che chiude 25-13 in 21 minuti.

IV:
Il Castellana parte bene e riesce a portarsi sul 2-6, con Caprara costretto a chiamare subito il suo time out. Si recupera terreno ed è mani-fuori di Willoughby per il 5-7, ma il primo time out tecnico vede Castellana comunque in vantaggio di tre lunghezze: 5-8. Al rientro la musica non cambia e sul 5-9 il tecnico perugino chiama nuovamente a raccolta le sue giocatrici. Togut è imperiosa per il 7-9, ma le lunghezze di distanza si portano ben presto a cinque sul 10-15, con il secondo time out tecnico sull’11-16. Nuovo punto per la Florens ed ecco in campo Pincerato per Staelens. Ma la situazione non migliora e le ospiti guadagnano ulteriormente terreno. Veronica stampa sulla riga il 17-20 e Radogna chiama il suo primo tempo per interrompere la rimonta della Despar. Al rientro Scott-Arruda non perdona, e con il tie break sempre più vicino, entra Arcangeli per Willoughby. Yang, appena rientrata, attacca e poi mura per il 19-23. Togut segna il 20esimo punto e il tecnico del Castellana Grotte chiede il suo ultimo tempo. Al rientro è 20-24 e la Despar, che non si arrende, recupera fino al 22-25 in 28 minuti.

V
Sembra iniziare col piede sbagliato questo tie-break, con Perugia che incassa subito due punti, ma ci pensa la Togut a pareggiare i conti e la Dushkyevich segna di ace il 3-2. Poi gran botta della Willoughby per il 4-2 e time out per Radogna. Willoughby è scatenata per un nuovo break. Disattenzione nelle fila pergine e sul 5-4 si prova con Pincerato, ma la Florens sorpassa subito. E ci pensa Willoughby a riportare avanti la Despar sul 7-6. E dopo il cambio campo Angeloni segna il 9-7 e grazie ad un recupero fantastico di Van Tienen, Willoughby può mettere a terra il 10-7, costringendo Radogna all’ultimo tempo. Le pugliesi non si trovano più ed è 12-7 in men che non si dica. Con Lucia Crisanti siamo a 13 punti, ed ecco finalmente il 14-9 con il muro di Dushkyevich che poi chiude di fast il set e il match: 15-10 in 15 minuti.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto