15/03/2009 Lega Volley Femminile

Serviva una vittoria netta, alla Tena Volley Santeramo, contro il Vicenza, per mantenere vivo il progetto salvezza, e così è stato. Il team murgiano liquida la Minetti in poco più di un ora di gioco per 3-0 (25-16/25-22/25-18 i parziali). Il 6 1 mandato in campo da Vincenzo Mastrangelo, davanti ad una cornice di pubblico di 2500 spettatori (più che positiva la risposta dei ragazzi delle scuole di Santeramo), riesce ad esprimere quanto provato, con tanto lavoro, in palestra durante tutta la settimana. La sorpresa più grande dei supporter rossoblu è stata vedere in campo una squadra determinata, ma soprattutto lucida nei momenti cruciali del match: un esempio tangibile è venuto da Vick Orsi Toth che, oltre a disputare la sua miglior gara stagionale, è stata l’autentica rivelazione della gara, così come ha ammesso a fine match coach Mastrangelo: “Non dimentichiamo che Vicky ha solo 18 anni. A lei non ho chiesto di non sbagliare, ma di tirare più forte che poteva, logicamente adottando in allenamento alcuni accorgimenti tecnici atti a ridurre la percentuale di errore. Con Vicky, così come con le altre mie atlete, in questi 15 giorni abbiamo e continueremo a lavorare sulla tecnica, che, per me, rappresenta l’elemento che racchiude in sé la lucidità mentale e di squadra, utile nel saper leggere in anticipo alcune situazioni di gioco
preparate dal team avversario. Credo – continua mister Mastrangelo – che la nostra salvezza non ce la giochiamo nelle gare interne con Chieri e Castellana, ma nel match di domenica prossima a Sassuolo. Da qui al termine del campionato ogni gara ha la sua fondamentale importanza. In tal senso concentriamoci sul match di Sassuolo, cercando di lavorare in palestra con la stessa abnegazione e impegno profuso dalle mie atlete, alle quali voglio rivolgere il mio ringraziamento. Soprattutto voglio ringraziare le atlete che oggi hanno trovato poco spazio in campo, perché, senza di loro, tutto ciò non sarebbe stato possibile. Così come voglio ringraziare coloro che si sono soffermate oltre gli orari prestabiliti per lavorare su alcuni fondamentali. Per quanto riguarda la gara giocata, credo che una squadra che mette a terra 19 muri vincenti in soli 3 set, non può che vincerla!”. A conferma di tutto ciò vi è la dichiarazione di Maurizio Baraldo, allenatore del Vicenza: “Oggi, di contro, abbiamo trovato una corazzata a muro, che ci ha sbarrato la strada; ma è pur vero che, pur essendoci allenati bene in palestra questa settimana, sin dal primo set non ci siamo espressi come dovevamo. Sul match di Santeramo era riposta tutta la nostra speranza di continuare ad
inseguire la salvezza. Credo che, oggi, ci tenga ancora in corsa solo la
matematica”. Arriva in sala stampa anche Rachele Sangiuliano che così commenta la gara: “Quella di oggi rappresenta per noi una vittoria di fondamentale importanza. Primo perché abbiamo smosso di 3 punti la classifica, secondo perché questa vittoria è il frutto di tanto lavoro in palestra. Io e le mie compagne per una settimana abbiamo vissuto in apnea per preparare al meglio questo match. Adesso respireremo fino a martedì, in attesa di tornare in palestra e seguire poi il risultato del match di giovedì tra Novara e Chieri; ma soprattutto pensando alla gara di Sassuolo. Il modo di lavorare di mister Mastrangelo a noi piace:
lavoriamo di più sulla tecnica”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
PROGRAMMAZIONE TV
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto