• it
18/01/2008 Lega Volley Femminile

Grazie ad un’attenta ricerca sulle disponibilità di metà stagione, il DS Gianluca Merendoni che ha assistito costantemente il Presidente Sacchi in questa delicata fase di mercato, ha individuato il percorso che ha portato alla giocatrice Olandese e la Società lo ha immediatamente praticato. Grazie alla squisita collaborazione del Presidente Gianni Coviello dell’Imola titolare del cartellino per la stagione in corso, la Società Urbinate ha rotto gl’indugi e nel giro di poche ore ha perfezionato la pratica di trasferimento di Titia Sustring ad Urbino. La giocatrice, di sicuro interesse tecnico per la A2, integra la rosa della De Mitri, infatti non sono previste cessioni poichè il “roster” Urbinate permette a Pistola molte soluzioni tattiche tutte di notevole livello. Pertanto la Sustring non sostituisce Silva Elymara, come erroneamente qualche cronista ha scritto, ma s’inserisce in una rosa molto qualificata che sta attendendo il recupero della Brasiliana che ha tempi medio-lunghi e quello di Ale Labate che potrebbe già essere Domenica 20 contro Nocera Umbra. In questa difficile fase di Campionato che la De Mitri ha affrontato senza la disponibilità di due titolari, quali Elymara e Labate, Pistola ha potuto contare sulla grande efficacia raggiunta da capitan Benini, sull’esperienza di Serrano, sulla crescita di Jozsa e Filanti, su una Menghi di grande qualità, su Giuliodori che si è dimostrata come sempre superlativa, sul libero Vallese autentica rivelazione positiva della categoria, sulla crescita costante in regia di Moncada e su Cristino disponibile e pronta a scendere in campo mantenendo alto il livello tecnico del gioco delle Urbinati. Quindi la Sustring s’inserisce in un organico di ottimo livello che dovrebbe consentire alle Urbinati di raggiungere l’obiettivo della salvezza senza patemi d’animo. A tal proposito il Presidente dice:” Con i risultati sin qui conseguiti e la sfortuna che ci ha perseguitato (tutti hanno dimenticato il non perfetto stato fisico di Benini nelle prime cinque o sei partite), dovremmo essere tranquilli. Ho visto però alcuni atteggiamenti arbitrali, chi era presente alla partita con Castelfidardo e con Castellana poi, si è reso conto che bisogna essere molto più forti per superare anche queste eventualità. Vogliamo mantenere la categoria e siamo stati costretti ad altri interventi di mercato. Lo abbiamo fatto per noi che quotidianamente facciamo sacrifici, per il nome della Città e per i nostri tifosi che sembra si stiano surriscaldando mostrando una certa vicinanza alla squadra.” Presto pubblicheremo l’intervista alla Sustring.

pdf print

Altre news:

Livescore
Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto