08/08/2019 Hermaea Olbia

Sarà un esordio casalingo quello dell’Hermaea Olbia nel campionato di Serie A2 2019/2020. Il prossimo 6 ottobre Barazza e compagne affronteranno al PalAltoGusto il Club Italia Crai, reduce dal 13esimo posto conquistato nell’ultima A1. La prima trasferta della stagione arriverà sul campo di Soverato (13 ottobre), mentre la settimana seguente l’Hermaea sarà di scena in quel di Martignacco. La regular season si chiuderà il 19 gennaio con il match in casa di San Giovanni in Marignano.

Il tecnico dell’Hermaea Olbia Michelangelo Anile analizza così il calendario biancoblù: “E’ senz’altro positivo il fatto di poter affrontare la prima partita in casa – afferma – iniziare con una vittoria rappresenterebbe un buon viatico per il prosieguo della stagione. E poi vogliamo assolutamente cancellare dalla mente dei nostri tifosi il brutto ricordo lasciato dall’ultima stagione. Valuto positivamente anche il fatto di incontrare subito il Club Italia: si tratta di una squadra molto giovane, per lo più rinnovata, che dovrà ancora amalgamarsi. Me la aspetto molto combattiva nel girone di ritorno, mentre in quello di andata potrebbe pagare lo scotto dell’inesperienza. Questo, però, non significa che dovremo prendere l’impegno sottogamba”. Il coach gallurese individua, inoltre, dei periodi che potrebbero segnare, in un verso o nell’altro, l’esito dell’intera regular season: “Ci saranno due momenti in cui saremo chiamati ad affrontare diversi impegni ravvicinati – spiega – succederà tra fine ottobre e inizio novembre, quando giocheremo contro la favorita del torneo, ovvero Pinerolo, e poi durante il periodo natalizio, quando si faranno i giochi per quanto concerne Poule Promozione e Coppa Italia”. Anile non si nasconde: “Vogliamo lottare per questi due obiettivi. Crediamo di poterli raggiungere. Per uscire indenni dalle partite ravvicinate ci vorrà sicuramente una buona preparazione atletica”. Fondamentale, dunque, il percorso in pre season: “A differenza dello scorso anno cercheremo di arrivare subito pronti – sottolinea – per questo stiamo programmando il lavoro nei dettagli. Abbiamo già contattato alcune squadre di pari livello con cui allenarci e disputare delle amichevoli nel mese di settembre”.

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto