08/06/2019 Lardini Filottrano

La Lardini arricchisce il proprio roster con l’ingaggio di Giulia Angelina, schiacciatrice di 192 cm. in forza alla UYBA Volley Busto Arsizio, nell’ultima stagione in serie A1 con la maglia della Fenera Chieri. Novarese di Grignasco (dove è nata il 26 febbraio 1997), Giulia Angelina cresce nelle giovanili del Pavic Romagnano e, dopo una stagione (2010/2011) all’InVolley Chieri Cambiano in serie D, nel 2012 (anno in cui si aggiudica il premio di MVP al Trofeo delle Regioni al pari di Simone Giannelli nel maschile) viene chiamata dalla Futura Volley Busto Arsizio, con la quale disputa il campionato di B1, ottiene le prime convocazioni in prima squadra (anche in Champions League) e nel 2015 esordisce in A1. Le due annate di A2 ad Olbia prima (2016/2017) e Chieri poi (2017/2018, con tanto di promozione in massima serie) certificano una crescita esponenziale (oltre 1.100 punti segnati complessivamente nelle due stagioni), confermata dal primo campionato da titolare in A1 (a Chieri), specie nella seconda parte del torneo (sempre in doppia cifra nelle ultime dieci partite). Una crescita sottolineata anche dalla recentissima prima convocazione con l’Italia seniores del ct Mazzanti (nelle giovanili azzurre si era messa al collo la medaglia d’argento agli Europei under 18 del 2013) e l’inserimento nel gruppo che sta preparando l’Universiade di Napoli insieme all’altra neo giocatrice della Lardini, Anna Nicoletti. Giulia Angelina, in attesa del nuovo raduno azzurro di domani a Chiavenna, racconta la scelta di vestire la maglia della Lardini. “Cercavo una situazione in cui potermi prendere le mie responsabilità, mettermi in gioco e contribuire al raggiungimento di un obiettivo che l’anno scorso mi è mancato. Penso ci si possa togliere delle belle soddisfazioni, l’ambiente che c’è attorno alla squadra è l’ideale ed è quello che a me piace: ogni volta che sono venuta a Filottrano ho sempre visto tanti tifosi al palasport, vuol dire che molte persone si rivedono in questa squadra e nella pallavolo. Spero si possano raggiungere insieme tanti traguardi per far sì che ancora più persone si possano innamorare di questa Lardini”. Energia e motivazioni al servizio del gruppo. “Io sono così, è il motivo per cui gioco a pallavolo, potermi mettere in gioco e farlo per la squadra. Se crei un bel gruppo ti puoi togliere tante soddisfazioni”. Come quella di vestire la maglia dell’Italia. “E’ un bel riconoscimento, il frutto del lavoro fatto. E’ un’opportunità per confrontarmi con realtà di alto livello e che vivo con spensieratezza: ho 22 anni, prendo tutto per metterlo nel mio bagaglio di esperienze”.

Foto: Filippo Rubin / LVF

pdf print

Altre news:

Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto