17/03/2019 Lega Volley Femminile

Terminano con un triplo 3-0 gli anticipi della 24^ giornata della Samsung Volley Cup di A1. Al Pala Ubi Banca di Cuneo, davanti alle telecamere di Raisport, l’Imoco Volley Conegliano, soffre solo nel secondo set il ritorno delle piemontesi ma alla fine ottiene i tre punti che le consentono di brindare al primo posto matematico che vale l’accesso alla Champions League nella prossima stagione. Stesso parziale per l’Igor Gorgonzola Novara che archivia la pratica Busto e può concentrarsi nel ritorno dei quarti di Finale di Champions contro lo Stoccarda, le farfalle possono recriminare un punteggio forse troppo penalizzante per quello che si è visto in campo. Infine continua l’incubo Scandicci per il Bisonte Firenze che, nel quarto derby stagionale, non riesce a sfatare il tabù Savino del Bene, rimediando la quarta sconfitta in altrettanti match. Domenica si chiude il 24 turno con le sfide in diretta streaming su LVF TV.

BOSCA SAN BERNARDO CUNEO – IMOCO VOLLEY CONEGLIANO 0-3 (16-25 27-29 13-25) 
Nel “derby delle bollicine” la Bosca S.Bernardo Cuneo, dopo otto vittorie consecutive al Pala UBI Banca, alza bandiera bianca dinnanzi alla forza della capolista Imoco Volley Conegliano.

Padrone di casa in campo con Bosio in palleggio, Van Hecke opposto, Zambelli e Menghi centrali, Markovic e Salas schiacciatrici, Ruzzini libero. Dall’altra parte ella rete, coach Daniele Santarelli risponde con la regia di Wolosz in diagonale con Fabris, De Kruijf e Danesi al centro della rete, Sylla e Tirozzi in banda, De Gennaro a presidiare la seconda linea.
Partenza equilibrata, con le formazioni che giungono appaiate a quota 3. Le pantere schiacciano l’acceleratore e mettono a segno un break di quattro punti, uno dei quali firmato all’ace di Tirozzi: coach Pistola sfrutta il primo time out sul punteggio di 3-7. Continua il turno al servizio delle ospiti, interrotto dal punto di Salas (5-9). Ancora la battuta di e Kruijf a mettere in difficoltà le cuneesi: due ace consecutivi firmano il 5-11. In campo Cruz. Le biancorosse continuano ad impattare contro il muro veneto: sul 7-15 secondo t.o. richiesto dalla panchina di casa. Continuano le sofferenze cuneesi in ricezione, con il turno al servizio di Fabris che porta a quota undici il divario (10-21). In campo Baiocco: la serie si interrompe. Il tempo di due punti biancorossi, poi le pantere si riportano sul 12-23. Nuovo cambio per coach Pistola, in campo Markovic. Le cuneesi annullano tre palle set poi alzano bandiera bianca: il primo tempo i Danesi chiude la prima frazione si chiude sul 16-25 (0-1).

Il primo punto del secondo set è firmato da Menghi. Poi nuove incertezze in ricezione per le cuneesi con il doppio ace di Fabris: sull’1-4 in campo Cruz. Doppio attacco di Markovic per il 3-4. I tremila del Pala UBI Banca scaldano il tifo. Una bomba di Van Hecke pareggia a quota 5. Conegliano tenta il nuovo allungo (6-8), ma Menghi ed il muro di Markovic annullano il divario (8-8). Capitan Cruz prende in mano la squadra e risponde punto su punto sino all’11-11. Nuovo allungo veneto con muro di Sylla (11-13), poi la solita Cruz (12-13). Sul 14-16 in campo Fersino al servizio. Van Hecke fa esplodere il Pala UBI Banca (15-16): in campo Baiocco. Doppio cambio sul 16-17: dentro Markovic e Fabris. Un punto per parte, poi Santarelli cambia la diagonale: in campo Bechis e Lowe. L’errore di Lowe riporta la parità (19-19). Sul 20-21 di nuovo dentro Wolosz e Fabris. Sylla mette a terra il 20-22: time out per coach Pistola. Markovic a segno (21-22). Primo tempo di Danesi (22-23). Markovic mette a terra il 22-23. Grandi emozioni sul taraflex cuneese. Errore di Fabris: sul 23-23 primo time out del match per Santarelli. Van Hecke porta avanti la BOSCA S.BERNARDO CUNEO (24-23): secondo t.o. per Conegliano. Danesi annulla la palla set, ma Van Hecke ne conquista immediatamente una seconda (25-24). Il pallonetto di Tirozzi l’annulla (25-25). Bosio si affida a Van Hecke: una garanzia (26-25). Ancora parità grazie a De Kruijf, poi errore in attacco per Cuneo (26-27): time out per coach Pistola. L’errore al servizio di Tirozzi per il 27-27, poi Sylla. Il muro di Wolosz chiude la seconda frazione sul 27-29 (0-2). tra gli applausi del Pala UBI Banca alle biancorosse, protagoniste di un set alla pari con le campionesse d’Italia.

Si riparte con Cruz nel sestetto cuneese. Cuneo si porta sul 7-5, ma il contro-break delle pantere (7-8) costringe la panchina al primo time out del terzo set. Al rientro, ingresso per Mancini. Cuneo non ingrana e le pantere allungano sino al 10-14: nuovo t.o. per coach Pistola. Il muro di Tirozzi e l’ace di Fabris ampliano il margine (10-16), poi Cruz interrompe il turno al servizio. Ingresso per Bechis e Lowe. Ancora Cruz per il 12-16: il Pala UBI Banca ci crede. Zambelli alimenta le speranze (13-16). Dal possibile aggancio al nuovo allungo delle pantere: Sylla firma il 13-20, seguito dall’ace di Tirozzi. Biancorosse uscite dal set, in balia del servizio e del muro veneto. Prima palla match nelle mani di Tirozzi, Lowe la chiude: l’Imoco Volley Conegliano chiude 13-25 (0-3).

Andrea Pistola – allenatore Bosca S.Bernardo Cuneo: “Ci arrendiamo a testa alta alla capolista. Abbiamo subito troppo in battuta ed a muro, non abbiamo infastidito i loro bravi ricettori. Soprattutto per bravura loro non siamo riusciti a mettere pressione alle rivali. Sono state queste le chiavi del match. Bravi nel secondo set, siamo stati aggrappati alla partita ma non siamo stati precisi nel finale. Dobbiamo ripartire da qui, l’obiettivo play off rimane ben chiaro nella nostra testa. Non ci fermiamo qui: già domenica a Novara cercheremo il punto della matematica qualificazione”.

Daniele Santarelli – allenatore Imoco Volley Conegliano: “Abbiamo giocato contro una squadra molto ostica che non perdeva in casa da novembre. Ho pre allertato le ragazze: al Pala UBI Banca hanno perso punti anche le big. Nel ritorno di regular season stiamo facendo molto bene, tanta era la voglia di riscatto dopo la sconfitta in Champions. Possiamo fare ancora meglio. Nel secondo set qualche disattenzione ma buon finale. Bene tutto il roster: ora so di poter contare su tutte loro in questa fase finale di campionato. Cuneo sta facendo una stagione incredibile, merito del coach Pistola. Cose semplici fatte bene, le ragazze seguono alla perfezione le direttive del coach. Auguro di ritornare in questo bel palazzetto per l’eventuale quarto di finale”.

IGOR GORGONZOLA NOVARA – UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO 3-0 (30-28 25-18 25-21)
Davanti ai 3000 del Pala Igor, le azzurre di Massimo Barbolini superano l’Uyba di Marco Mencarelli al termine di un match disputato su livelli altissimi da entrambe le formazioni. Le azzurre hanno potuto contare su una Egonu in gran serata, premiata con merito come MVP dell’incontro e autrice di 26 punti con un’efficienza prossima al 60%. Tra le ospiti, ottima prestazione di Meijners, 17 punti e il 46% in attacco. Dalla serata del Pala Igor le farfalle escono con un 3-0 forse troppo severo, Gennari e compagne avrebbero potuto aggiudicarsi almeno un set, in virtù del grande equilibrio specie nel primo set terminato ai vantaggi.

Igor in campo con Carlini in regia ed Egonu opposta, Chirichella e Veljkovic al centro, Nizetich e Bartsch-Hackley in banda e Sansonna libero; Busto con Grobelna in diagonale a Orro, Berti e Bonifacio centrali, Gennari e Herbots schiacciatrici e Leonardi libero.

Il primo break è di Busto Arsizio (0-2), Veljkovic ribalta con l’ace del 5-3 prima del nuovo spunto ospite (6-9) che costringe Barbolini al timeout; Novara ricuce lo strappo con Egonu che concretizza una gran difesa di Nizetich (10-10) ma nel successivo punto a punto Herbots prima fa 13-15 in diagonale e poi pesca l’ace del 15-18. Novara rientra da -4 con l’ace di Nizetich (18-19), Chirichella compie una gran difesa che cade in campo ospite (20-20) e il muro di Veljkovic vale il 22-20. Egonu conquista il set ball (24-23), Herbots annulla e scatena un testa a testa rotto da una gran diagonale di Bartsch-Hackley (29-28) e dal successivo fallo in costruzione di Busto Arsizio (30-28).

Tra le ospiti c’è Meijners, subentrata a Grobelna nel finale di primo set, e l’olandese firma il 3-4 in maniout cui risponde Nizetich in parallela (4-4). Egonu sorpassa con un muro su Gennari e poi allunga il break sul 10-7, mentre il timeout di Mencarelli propizia il maniout di Meijners (10-9) con Egonu e Nizetich che riportano le azzurre sul 14-9. Il nuovo “stop” della panchina ospite non spezza l’inerazia con Novara che si porta 18-14 con Carlini e Gennari che non si arrende, firmando il 19-16 in maniout. Meijners accorcia in battuta (19-17, ace), Egonu allunga (21-17) e non ci sono più sussulti: chiude in diagonale Piccinini sul 25-18.

Nizetich firma il primo break (5-3) dopo una gran difesa di Veljkovic e poco dopo l’argentina allunga il divario con l’ace del 10-5 mentre tra le ospiti al centro c’è Samadan al posto di Berti. Egonu tocca il massimo vantaggio sul 13-6 ma dopo il timeout di Mencarelli è la solita Meijners ad accorciare sul 13-9 con Novara che scappa poi 20-13; Busto non si arrende e rientra un break alla volta (20-16, poi 22-20) prima che Bartsch-Hackley spezzi il ritmo con il diagonale del 23-20. Finisce 25-21 con un muro di Veljkovic su Meijners.
Cristina Chirichella – Igor Gorgonzola Novara: “Siamo molto soddisfatte, per noi è una prestazione importante e sono tre punti fondamentali per la rincorsa al miglior piazzamento possibile in chiave playoff. Ora ci aspetta giovedì un’altra partita molto importante, che prepareremo nei prossimi giorni con l’obiettivo di conquistare l’accesso alla semifinale di Champions League”.

Marco Mencarelli – allenatore Unet E-Work Busto Arsizio: Abbiamo tenuto testa a una grande Novara, che ha giocato con ottima fluidità e ha trovato l’apporto di una super Egonu. C’è rammarico minimo, per qualche errore che avremmo potuto evitare, ma per il resto va dato merito a Novara per l’ottima prestazione”.

IL BISONTE FIRENZE – SAVINO DEL BENE SCANDICCI 0-3 (16-25 22-25 15-25)
Per la quarta volta in stagione va in scena il derby fiorentino di Serie A1 di volley femminile. La Savino Del Bene Scandicci va infatti a far visita a Il Bisonte Firenze in un match cruciale per blindare il terzo posto in classifica dal ritorno di Monza e Busto Arsizio. Il Bisonte che in questa stagione ha stabilito il suo record di punti in A1 (36) vuole invece dar seguito alla bella performance di una settimana fa, quando le ragazze di Caprara hanno costretto al tie break la corazzata Conegliano.

Caprara per il derby casalingo punta su di una formazione titolare composta da Dijkema al palleggio, Lippman da opposto, Sorokaite e Daalderop in banda, Alberti e Popovic come centrali, Parrocchiale da libero.
Coach Parisi punta nuovamente sul 6+1 composto da Malinov in diagonale con Haak, capitan Bosetti e Vasileva in banda, con Adenizia e Stevanovic da centrali e Merlo da libero.

La Savino Del Bene, spinta da un pubblico particolarmente numeroso, parte bene. Ace di Stevanovic e vantaggio di 4 punti (3-7). Un ace di Malinov aumenta il margine a 5 punti (4-9). Su di un attacco di Haak il margine si fa ancora più largo (5-11), la reazione de Il Bisonte arriva con Sorokaite e Daalderop (8-12). Le due squadre rimangono a 4 punti di distanza fino a quando un fallo de Il Bisonte e un attacco pesante di Haak portano il punteggio sul 12-18. La Savino Del Bene diventa così irraggiungibile, Haak fa +7 con un colpo in equilibrio precario (14-21). Il Bisonte chiama time out, ma l’andamento della gara non cambia e una più che positiva Stevanovic firma il con il suo sesto punto personale il 16-25 che consegna il set alla Savino Del Bene Scandicci.

Il secondo set parte in maniera più equilibrata, tanto che Il Bisonte arriva in vantaggio sul 7-8. Le squadre combattono punto a punto e Il Bisonte riesce a mantenere un punto di vantaggio grazie a Candi e Sorokaite. Due punti consecutivi di Daalderop spingono però la formazione di Caprara sul 18-15. Con un muro su Adenizia la Savino Del Bene Scandicci scivola addirittura sul 19-15, prima di metter in piedi un parziale di 4 punti che porta al pareggio sul 19-19. Il finale di set così è un mini set per la vittoria. Ad imporsi è Scandicci grazie a Vasileva (21-23), Bosetti (splendido il pallonetto in occasione del 21-24) ed Haak che dalla seconda linea piazza a terra il pallone del 22-25.

La terza frazione di gioco inizia con Mazzaro in campo per Adenizia e con il cartellino rosso per la panchina di Firenze (0-1). Scandicci è concentrata sulla gara e non alza il piede dal pedale, continuando sui ritmi di fine secondo set. L’inizio è shock per Il Bisonte che, colpito da Stevanovic, Vasileva ed Haak scivola sull’1-4. L’1-6 è firmato da Vasileva con un grande muro in solitaria, ma il merito del punto va anche a Merlo, spettacolare con un recupero acrobatico. Scandicci arriva sull’1-7 con Haak, ma Il Bisonte non vuole uscire dalla gara e con Sorokaite mette punti sul tabellone per arrivare fino al 9-12 (ace proprio della nativa di Kaunas). Nonostante gli sforzi di Daalderop (10-14), Scandicci torna ad imporre il suo volley e si porta fino all’11-18 firmato da Malinov con una bella schiacciata. Vasileva dimostra freddezza in occasione del 12-19 segnato con un pallonetto insidioso. Il Bisonte cerca energie nelle giocate di Sorokaite (15-21), Mazzaro e Vasileva hanno però voglia di chiudere velocemente la gara (15-23). Il punto decisivo lo piazza Bosetti al servizio, con il 15-25 che riporta al successo la Savino Del Bene dopo quattro sconfitte. Il successo del Mandela Forum per Scandicci vale anche come terza vittoria su quattro nei derby stagionali contro Il Bisonte.

Gianni Caprara – allenatore Savino del Bene Scandicci: “Innanzitutto bisogna rendere merito all’avversario che ha disputato una partita molto importante, giocando bene in ogni fondamentale. Ci hanno messo in enorme difficoltà in attacco, ma soprattutto perché la nostra battuta continua ad essere insufficiente per il livello a cui giochiamo. Mancandoci il fondamentale della battuta diventa difficile competere con degli avversari di un certo livello. Hanno sempre attaccato sopra il nostro muro con Haak che non chiudeva mai il colpo trovando sempre le mani del muro. Merito, dunque, loro, ma mancandoci la battuta devi fare gli straordinari in difesa e contro questo tipo di giocatrici diventa quasi impossibile. Pensando al futuro, la settimana che verrà sarà fondamentale e dobbiamo decidere come procedere con il preparatore atletico. Riposando all’ultima giornata probabilmente dovremo optare per un lavoro di carico pesante che ci farà arrivare appannate alla prossima partita con Filottrano, ma che ci permetterà di presentarci al meglio ai playoff.”.

Carlo Parisi – allenatore Savino del Bene Scandicci: “Sono contento della vittoria e della risposta che le ragazze hanno dato. Avevamo già visto qualcosa di buono anche contro il Fenerbahce e questa partita a confermato che bisogna avere la pazienza per superare i momenti di difficoltà. Le nostre difficoltà sono coincise con alcune situazioni fisiche un po’ precarie, che hanno condizionato le nostre partite. Il volley non è uno sport facile, ci vuole pazienza, ci vuole una lettura attenta di quelle che sono le condizioni della squadra e cercare di avere pazienza se ci sono momenti in cui si fa fatica. Stasera si è visto che la squadra stava meglio. Alcune situazioni piano piano stanno rientrando, non sono definitivamente rientrate, ma c’è stata una prestazione collettiva buona e quindi sono molto contento per le ragazze e per lo staff che lavora con me tutti i giorni e mi aiuta tantissimo.”

LVF TV
Tutta la Samsung Volley Cup è su LVF TV, la web-tv ufficiale della Lega Pallavolo Serie A Femminile. In collaborazione con Sportradar, proprietaria del brand ‘Laola’ e partner di Lega, la piattaforma propone ai suoi abbonati ogni singolo match nella corsa allo Scudetto e il meglio degli Eventi della stagione 2018-19, in diretta e on demand. Ma non solo: highlights, interviste e format originali dedicati agli abbonati. Tutte le informazioni su www.lvftv.com.

PHOTOGALLERY
Sul profilo Flickr e sul sito ufficiale di Lega le immagini più belle di Reale Mutua Fenera Chieri-Banca Valsabbina Millenium Brescia. Le foto sono liberamente utilizzabili, previa citazione del credito ‘Foto LVF’.

I TABELLINI DEGLI ANTICIPI
BOSCA SAN BERNARDO CUNEO: Markovic 11, Menghi 3, Van Hecke 14, Salas, Zambelli 5, Bosio, Ruzzini (L), Cruz 7, Mancini 1, Baiocco. Non entrate: Kaczmar, Kavalenka. All. Pistola. IMOCO VOLLEY CONEGLIANO: Sylla 9, Danesi 9, Fabris 13, Tirozzi 11, De Kruijf 14, Wolosz 1, De Gennaro (L), Lowe 5, Bechis, Fersino, Moretto. Non entrate: Folie, Hill. All. Santarelli. ARBITRI: Bartolini, Giardini. NOTE – Spettatori: 3058, Durata set: 19′, 31′, 20′; Tot: 70′.

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Carlini 3, Bartsch 10, Veljkovic 8, Egonu 26, Nizetich 10, Chirichella 4, Sansonna (L), Piccinini 1, Zannoni. Non entrate: Plak, Camera, Bici, Stufi. All. Barbolini. UNET E-WORK BUSTO ARSIZIO: Gennari 8, Berti 4, Orro, Herbots 13, Bonifacio 3, Grobelna 1, Leonardi (L), Meijners 17, Samadan, Botezat. Non entrate: Cumino, Peruzzo, Piani. All. Mencarelli. ARBITRI: Luciani, Turtu’. NOTE – Spettatori: 2950, Durata set: 35′, 24′, 27′; Tot: 86′.

IL BISONTE FIRENZE: Sorokaite 10, Popovic 6, Lippmann 7, Daalderop 12, Alberti 2, Dijkema 1, Parrocchiale (L), Candi 2, Degradi 1, Malesevic. Non entrate: Venturi, Bonciani. All. Caprara. SAVINO DEL BENE SCANDICCI: Malinov 3, Haak 16, Ferreira Da Silva 2, Vasileva 15, Stevanovic 10, Bosetti 6, Merlo (L), Mazzaro 1, Bisconti. Non entrate: Mastrodicasa, Papa, Caracuta, Mitchem, Zago. All. Parisi. ARBITRI: Zanussi, La Micela. NOTE – Spettatori: 2000, Durata set: 23′, 26′, 21′; Tot: 70′.

SAMSUNG VOLLEY CUP A1
IL PROGRAMMA DELLA 24^ GIORNATA
Sabato 16 marzo, ore 20.30 (diretta Rai Sport + HD)

Bosca S.Bernardo Cuneo – Imoco Volley Conegliano 0-3 (16-25 27-29 13-25)
Sabato 16 marzo, ore 20.30 (diretta LVF TV)
Il Bisonte Firenze – Savino Del Bene Scandicci 0-3 (16-25 22-25 15-25)
Igor Gorgonzola Novara – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (30-28 25-18 25-21)
Domenica 17 marzo, ore 17.00 (diretta LVF TV)
Reale Mutua Fenera Chieri – Banca Valsabbina Millenium Brescia  ARBITRI: Gasparro-Pozzi  ADDETTO VIDEOCHECK: Ciracì
Saugella Team Monza – Lardini Filottrano  ARBITRI: Bellini-Morgillo  ADDETTO VIDEOCHECK: Canali
èpiù Pomì Casalmaggiore – Club Italia Crai  ARBITRI: Venturi-Caretti  ADDETTO VIDEOCHECK: Marchi 
Riposa: Zanetti Bergamo

LA CLASSIFICA
Imoco Volley Conegliano* 57; Igor Gorgonzola Novara* 50; Savino Del Bene Scandicci* 47; Unet E-Work Busto Arsizio* 42; Saugella Team Monza* 42; èPiù Pomì Casalmaggiore 38; Il Bisonte Firenze** 36; Bosca San Bernardo Cuneo* 33; Zanetti Bergamo* 28; Banca Valsabbina Millenium Brescia 25; Lardini Filottrano 14; Reale Mutua Fenera Chieri 9; Club Italia Crai 2.
* una partita in più
** due partita in più

pdf print

Altre news:

Samsung Volley Cup A1
11ª Giornata Ritorno
17/03/2019 17:00
Il Bisonte FI0
SDB Scandicci3
Bosca CN0
Imoco Volley TV3
Igor Novara3
UYBA Volley0
Fenera Chieri0
Valsabbina BS3
Saugella Monza3
Lardini AN1
èpiù Pomì CR3
Club Italia2
Pool Salvezza A2
2ª Giornata Ritorno
17/03/2019 17:00
Hermaea Olbia2
Canovi Sassuolo3
Montecchio VI3
Volley Roma0
P2P Baronissi3
Cutrofiano LE1
Sigel Marsala3
Pinerolo TO1
Pool Promozione A2
1ª Giornata Ritorno
17/03/2019 17:00
Lpm Bam Mondovì2
OMAG Marignano3
WealthPlanet PG3
Martignacco UD0
Barricalla TO3
Volley Soverato0
Delta Trentino3
Golden Tulip CE2
AZ Orvieto1
Teodora Ravenna3
Regular Season A1
12ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Zanetti Bergamo0
SDB Scandicci0
Valsabbina BS0
Imoco Volley TV0
Igor Novara0
Bosca CN0
Lardini AN0
Il Bisonte FI0
UYBA Volley0
èpiù Pomì CR0
Club Italia0
Fenera Chieri0
Pool Salvezza A2
3ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Montecchio VI0
Hermaea Olbia0
Sigel Marsala0
P2P Baronissi0
Volley Roma0
Cutrofiano LE0
Pinerolo TO0
Canovi Sassuolo0
Pool Promozione A2
2ª Giornata Ritorno
24/03/2019 17:00
Teodora Ravenna0
Lpm Bam Mondovì0
Golden Tulip CE0
WealthPlanet PG0
Martignacco UD0
Barricalla TO0
Volley Soverato0
Delta Trentino0
OMAG Marignano0
AZ Orvieto0
Newsletter
X
Questo sito usa i cookie per offrirti la migliore esperienza possibile. Procedendo con la navigazione sul sito o scrollando la pagina, accetti implicitamente l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Informativa sull'utilizzo dei cookie Accetto